Ultimi aggiornamenti del sito       Avviamento al Ruolo del Portiere - La Presa con pollici divergenti

Grazie per la tua valutazione.

Contattaci tramite questo form.
Email:
Soggetto:
Messaggio

Blog | Pensieri, analisi e riflessioni in libertà

responsiveresponsiveUn diario online in cui condividerò con una periodicità variabile pensieri, opinioni, riflessioni, considerazioni, od altro sul mondo dei Portieri e del Calcio in generale. Affrontare tematiche che spesso sono parte integrante del quotidiano, del lavoro sul campo, dei confronti con colleghi ed appassionati. responsive

L' errore è sempre in agguato !

E' risaputo che spesso da azioni semplici possono nascere grandi difficoltà se la qualità del movimento ed il livello di attenzione non risultano più che adeguati.

E' risaputo che spesso da azioni semplici possono nascere grandi difficoltà se la qualità del movimento ed il livello di attenzione non risultano più che adeguati.

La presa alla figura è considerata tra le gestualità più semplici, ma per il portiere è anche fonte di grande responsabilità nel caso in cui l' azione motoria non fosse compiuta con la massima precisione e con i giusti tempi.

Analizzando il bloccaggio di una palla rasoterra tramite l' abbassamento del bacino e la rotazione interna di una delle due ginocchia si rileva che in termini temporali il portiere perde capacità di ambidestrismo eseguendo il gesto in forma monolaterale. Questo limite diventa assai pericoloso e può generare errori evidenti, non pone il portiere nella condizione di essere completo nell' espressione motoria su entrambi i lati: tale gestualità è un intervento frequente durante la gara e queste condizioni di deficit motorio sono considerate fonte potenziale di clamorosi errori.

La formazione tecnica di un portiere deve iniziare soprattutto da qui, dalle prese alla figura, portare l' atleta ad una condizione tale che diventi abile e sicuro su ogni pallone, indipendentemente che questi vengano indirizzati sia a destra che a sinistra.

Inoltre, ricordare sempre che il corretto uso degli arti superiori diventa essenziale in termini di economicità d' azione e di precisione dei movimenti, evitando tensioni muscolari alle spalle, quando le posture prevedono l' allungamento delle braccia in avanti.

Come scritto sopra un intervento come la presa della palla con raccolta, sia statica che in movimento, richiede una buona dose di attenzione e di concentrazione: a livello gestuale l' intervento dovrebbe prevedere la massima copertura e protezione della palla. Ecco perchè è importante prediligere che la palla sia avvolta al petto piuttosto che tirata, oppure appare opportuno curare la giusta posizione del piede posto dietro od a fianco della palla o meglio ancora insistere nella copertura della palla con le spalle avanti.

responsive

Questa cautela preventiva aiuta a disporre di un' arma in più in termini di sicurezza di intervento, soprattutto se, come nel caso dell' immagine, l' azione in oggetto è considerata quasi banale dai non addetti ai lavori. Il portiere che, però, effettua un intervento errato di presa statica o dinamica, vuoi per il terreno bagnato, vuoi per un rimbalzo non previsto, vuoi per superficialità, rischia di venire bollato per l' intera stagione.

La presa della palla è uno dei gesti tecnici fondamentali del portiere, curarla in analitico con grande attenzione nelle varie forme è determinante per un intervento di successo, sin dalla giovane età.

E' ancor più determinante che le competenze apprese e consolidate vengano 'vissute' in contesti di situazione con proposte dal principio molto semplici per poi giungere con gradualità alle più complesse al fine di aiutare il giovane portiere a reperire i propri elementi di valutazione, preventiva ed esecutiva, indispensabili alla valutazione delle dinamiche del gioco e contestuali alla scelta della risposta tecnica più idonea ed in maggior sicurezza possibile.

 

Pin It

Altri post del Blog | Pensieri, analisi e riflessioni in libertà