Ultimi aggiornamenti del sito       Avviamento al Ruolo del Portiere - La Presa con pollici divergenti

Grazie per la tua valutazione.

Contattaci tramite questo form.
Email:
Soggetto:
Messaggio

Interviste | Interviste ad atleti, tecnici ed addetti al lavoro di campo

responsiveresponsiveSerie di interviste a tecnici od atleti estrapolate da vari siti tematici presenti nella Rete.responsive

Ernesto García: “La tua mente guida la tua parata!”

Ciao portieri oggi vi proponiamo l’intervista a Ernesto García fondatore del sito web serportero.com e preparatore dei portieri dell’U.d. Las Palmas.

Ciao portieri oggi vi proponiamo l’intervista a Ernesto García fondatore del sito web serportero.com e preparatore dei portieri dell’U.d. Las Palmas.

Chi è Ernesto García?

“Sono una persona che si appassiona e che mette entusiasmo in tutto ciò che decide d’intraprendere nella vita e ho riscontrato nel calcio un modo per crescere personalmente e professionalmente. Con il calcio provo a contribuire alla crescita dei miei portieri, alla loro educazione e personalità, basata su quelli che sono i valori universali come il rispetto, l’umiltà e il sacrificio, cose che si stanno dimenticando ai tempi di oggi.”

Quando è nata la passione per il ruolo del portiere?

“Ho iniziato a giocare a calcio come portiere a 7 anni, in strada. Successivamente sono entrato a far parte del settore giovanile del Barcellona dove ho fatto tutta la trafila fino all’età di venti anni.”

Quando hai iniziato ad allenare?

“Ho iniziato ad allenare i portieri 12 anni fa nella U.D Las Palmas, la squadra dove ho anche giocato da portiere.”

In Italia sei conosciuto grazie ai video dei tuoi allenamenti e devo dire che la tua grinta non passa inosservata. Ci spieghi meglio il tuo motto “Tu mente dirige tu parada”?

“Tu mente dirige tu parada” (letteralmente “La tua mente guida la tua parata”): se un portiere è ben preparato tecnicamente-tatticamente e fisicamente, ma il suo stato emotivo non è mai allo stesso livello, la sua situazione durante la partita è compromessa. Perciò penso sia importantissimo che l’allenatore dei portieri debba essere preparato a livello di allenamento mentale, PNL, intelligenza emotiva, nervi saldi, risoluzioni conflittuali e via dicendo. Così facendo capirà come funziona la mente e come si gestiscono le emozioni. Il portiere è il ruolo che ha più responsabilità e l’allenatore deve essere in grado di trovare soluzioni e di rispondere ai momenti di crisi del suo portiere.”

continua a leggere ......

di Redazione

( Il Portiere )

Pin It

Altri Articoli | Interviste a tecnici ed atleti