Ultimi aggiornamenti del sito       La Pratica Osservativa dell\' Allenatore di Portieri nel Settore Giovanile

Grazie per la tua valutazione.

Contattaci tramite questo form.
Email:
Soggetto:
Messaggio

Elementi di Didattica | Articoli di supporto per elaborare percorsi di formazione tecnica

responsiveresponsiveTrasferire competenze nei nostri allievi deve essere inquadrata come un’esigenza che nasce dalla consapevolezza che una qualsiasi attività sportiva abbia bisogno di un’attenta attività programmatica al fine del raggiungimento reale di obiettivi specifici della disciplina che si vuole praticare. Insegnare il calcio sembrerebbe ai più una cosa alquanto facile considerando che si tratta, semplicemente, di colpire una palla con i piedi o di buttarsi a terra per effettuare una parata. I nostri giovani, sin da piccoli, si dilettano a dare calci ad un pallone, ma da qui ad insegnare calcio molta è la strada da percorrere e tanto il tempo in cui doversi applicare. Periodicamente raccoglierò dalla Rete articoli che evidenzino il raggiungimento di obiettivi attraverso la didattica, che possano essere di supporto al lavoro sul campo degli allenatori. responsive

“Core Training”, Allenamento Funzionale per il portiere di calcio.

Il portiere di calcio oltre a dover possedere ottime qualità tecniche, deve avere delle componenti fisiche molto importanti, in grado di aiutarlo a risolvere molteplici situazioni di gara complesse.

Il portiere di calcio oltre a dover possedere ottime qualità tecniche, deve avere delle componenti fisiche molto importanti, in grado di aiutarlo a risolvere molteplici situazioni di gara complesse.

Molti studi di match analysis ci indicano che durante una partita, il portiere corre molto meno rispetto ai suoi compagni, i suoi interventi sono di breve durata ed eseguiti in spazi ridotti, di conseguenza le differenze dal punto di vista fisiologico sono molteplici ed evidenti. Non solo quindi l’allenamento tecnico risulta certamente diverso ma anche la preparazione fisica deve prevedere degli accorgimenti differenti rispetto a quella svolta dai compagni di movimento. Dal punto di vista energetico infatti la prestazione del numero uno si può considerare di tipo anaerobico alattacido, dove l’organismo utilizza le scorte di Creatinafosfato presenti nel muscolo. E’ un meccanismo utilizzato per eseguire scatti, salti e qualunque attività di potenza.
Sappiamo che il portiere esegue gesti tecnici dove l’esplosività, l’agilità e la reattività sono alla base della maggior parte degli interventi svolti in gara e per questo sarà indispensabile “costruire” atleticamente il portiere in modo tale da fargli rendere semplice l’esecuzione di un intervento complesso

 ...... continua a leggere l' articolo

di Vincenzo Saccoccio

( Fonte alleniamo.com )

Pin It

Altri Articoli | Elementi di Didattica