Ultimi aggiornamenti del sito       La Pratica Osservativa dell\' Allenatore di Portieri nel Settore Giovanile

Grazie per la tua valutazione.

Contattaci tramite questo form.
Email:
Soggetto:
Messaggio

Pubblicazioni|Elaborati tecnici redatti nel tempo, ed alcuni pubblicati su testate specializzate.

responsiveresponsiveI titoli qui sotto elencati rappresentano lavori da me elaborati nel tempo e con i quali ho cercato di affrontare progressivamente tematiche inerenti la formazione e l'allenamento del giovane portiere. Il lettore non sempre potrà essere d'accordo con il mio pensiero e con quanto esposto: scrivere mi aiuta a mettere ordine tra le mie idee ed al contempo favorisce la creazione di un produttivo clima di confronto, tutto ciò necessario alla crescita ed alla condivisione delle mie competenze di allenatore. Compatibilmente con il tempo a disposizione proverò ad inserire periodicamente nuovi scritti, invito chi avesse delle osservazioni da pormi a contattarmi, sono sempre disponibile al dialogo ed all' ascolto di posizioni differenti.responsive

Avviamento al Ruolo del Portiere - La Presa con pollici divergenti

La Tesi da me redatta e presentata per il conseguimento dell' Abilitazione F.I.G.C. come Allenatore di Portieri Dilettante di Settore Giovanile e di Prima Squadra, durante il Corso del Settore Tecnico tenutosi a Sanremo dal 5 marzo 2018 al 7 aprile 2018. Docente Responsabile del Corso il Prof. Alessandro Danti

responsiveL' insieme delle capacità coordinative di ogni Giovane rappresentano la base di quelle che sono definite abilità motorie. Queste capacità non partecipano singolarmente all' espletamento della loro funzione, ma si integrano tra loro in modo complementare nel tentativo di risolvere problemi situazionali in costante evoluzione e creati dall' ambiente esterno.

L' abilità motoria, quindi, è il mezzo che supporta nel saper risolvere con successo un problema, determinato da una situazione di gioco, tramite l' uso del movimento. Nel caso specifico del ruolo del Portiere divengono abilità tecniche specifiche, ovvero gestualità tecniche generate nel loro insieme dalle capacità coordinative, indirizzate per la giusta interpretazione del Ruolo.

L' integrazione delle capacità coordinative che esprimono determinate gestualità tecniche applicate in contesti di situazione porta a pensare che non può esistere una coordinazione standard nel Giovane ma bensì una coordinazione specifica. Quindi, se all' Avviamento al Ruolo del Giovane può essere interessante far vivere il maggior numero di esperienze motorie possibili, con il passare del tempo diventa essenziale instradarlo verso una specializzazione nel Ruolo.

Ciò non significa abbandonare le attività legate allo sviluppo delle capacità coordinative ma cercare di indirizzare le stesse verso la massima espressione di coordinazione specifica, cioè la Tecnica.

Clicca il link qui sotto e continua nella lettura

 

Pin It

Pubblicazioni|Elaborati tecnici redatti nel tempo, ed alcuni pubblicati su testate specializzate.