Grazie per la tua valutazione.

Contattaci tramite questo form.
Email:
Soggetto:
Messaggio

Articoli|Elaborati tecnici e sugli aspetti che caratterizzano la formazione del Giovane Portiere

responsiveresponsiveI titoli qui sotto elencati rappresentano lavori da me elaborati nel tempo e con i quali ho cercato di affrontare progressivamente tematiche inerenti la formazione e l'allenamento del giovane portiere. Il lettore non sempre potrà essere d'accordo con il mio pensiero e con quanto esposto: scrivere mi aiuta a mettere ordine tra le mie idee ed al contempo favorisce la creazione di un produttivo clima di confronto, tutto ciò necessario alla crescita ed alla condivisione delle mie competenze di allenatore. Compatibilmente con il tempo a disposizione proverò ad inserire periodicamente nuovi scritti, invito chi avesse delle osservazioni da pormi a contattarmi, sono sempre disponibile al dialogo ed all' ascolto di posizioni differenti.responsive

Il Duello 1c1: tipologia di uscita bassa che rappresenta una delle modalità di adattamento tempo-spazio del corpo rispetto alla palla

Il Duello 1 contro 1 tra il Portiere e l' attaccante è una situazione di gioco in cui i protagonisti si affrontano a distanza ravvicinata.   L' attaccante mantiene il pallone tra i piedi e generalmente prova a sbilanciare l' estremo difensore per saltarlo in dribbling oppure per concludere in porta: si tratta di una situazione in cui il Portiere manifesta un' accentuata fantasia motoria, mentre l' utilizzo del proprio bagaglio tecnico è in forte correlazione con la capacità del sistema nervoso di affidarsi alle proprie reazioni di difesa.

L' attaccante mantiene il pallone tra i piedi e generalmente prova a sbilanciare l' estremo difensore per saltarlo in dribbling oppure per concludere in porta: si tratta di una situazione in cui il Portiere manifesta un' accentuata fantasia motoria, mentre l' utilizzo del proprio bagaglio tecnico è in forte correlazione con la capacità del sistema nervoso di affidarsi alle proprie reazioni di difesa.

responsive

La situazione di 1 contro 1 si sviluppa di solito con il portiere schierato all' incirca tra l' area di porta ed il dischetto del rigore, all' interno dell' imbuto difensivo. In linea di massima l' attaccante possiede circa due/tre secondi di tempo per concludere la propria azione offensiva, quindi è costretto a prendere decisioni in tempi limitati per evitare il recupero dei difensori, o per subire delle pressioni durante il movimento.
Una limitata 'capacità temporale' dell' avversario può rappresentare un importante vantaggio per il Portiere, a livello tattico potrebbe optare per più soluzioni:

  • stare fermo sugli appoggi con la massima attenzione e pazienza per indurre l' attaccante ad una scelta forzata;
  • adottare una soluzione ingannevole scoprendosi leggermente rispetto alla bisettrice spingendo l' attaccante a calciare sul lato scoperto.

La gestualità del Portiere nell' 1 contro 1 è legata a fattori dell' instintività individuale e per cui cui molto soggettiva a seconda di colui che la interpreta, tuttavia alcune modalità esecutive possono aiutare i nostri Giovani Portieri a migliorare la propria efficacia durante il Duello con l' avversario:

  • eseguire sempre passi di avvicinamento corti, rapidi e radenti per prendere la posizione di chiusura;
  • non farsi attirare dal movimento della palla, in particolar modo quando questa è indirizzata al di fuori dell' imbuto difensivo, ricordare che il Duello è un' Azione di difesa porta-spazio;
  • porre grande attenzione nella lettura dei movimenti dell' attaccante e negli spostamenti del pallone, fermandosi in postura nella posizione giusta al momento opportuno ;
  • tenere una postura di partenza bassa e composta, non schiacciando oltremodo il busto e portando le mani ben aperte oltre la linea delle ginocchia;
  • richiedere al Giovane grande attenzione e concentrazione, oltre che grande pazienza per una lettura serena e coraggio nel saper attendere il momento giusto per intervenire.

E' anche vero che nell' 1 contro 1 non sarebbe opportuno dare troppe indicazioni al nostro Giovane in quanto, a parte il saper rimanere in postura il più tempo possibile e sempre funzionale allo sviluppo della situazione, il resto della Fase Esecutiva è legata a quelle Abilità ed a quelle Capacità condizionali che ogni Portiere possiede in base alla fascia di età, in base alla sua storia formativa, in base al livello di preparazione.


Tali componenti possono essere indirizzate verso una specifica lettura delle singole caratteristiche tecniche, perchè espressione insita di quella fantasia motoria che rendono l' espressione gestuale diversa in ogni Giovane, e quindi in ogni futuro Portiere.


Per tali motivi ogni Giovane Portiere applicandosi nel lavoro settimanale, acquisendo esperienze in gara, stimolando letture e percezioni, dovrà ricercare il proprio modo personale di affrontare il Duello con l' attaccante, che con il procedere del tempo verrà adattato ed affinato in base alle risultanze in termini di efficacia, economicità e sicurezza.

Pin It

Articoli|Elaborati tecnici e di respiro generale sul ruolo del Giovane Portiere